Una Donna al Quirinale, se non ora quando?

Il 15 aprile scorso, oltre 50 voci femminili, di giornaliste, blogger, esponenti di associazioni e movimenti per la parità di genere, hanno lanciato un video appello dal titolo inequivocabile: Voglio una donna al Quirinale.

Oggi un nome c’è, è quello di Milena Gabanelli, molto più di una signora. Milena Gabanelli è una chance per l’Italia di ricominciare attraverso la tenacia, la trasparenza,  la guerra agli inciuci, il riconoscimento del merito e della parità di genere. Tutti fattori determinanti senza i quali non sarebbe possibile nessun risorgimento italiano. E se esistono ancora ragazzi convinti che tra i requisiti costituzionali per guidare la nazione ci sia quello di essere uomo, in quanto maschio, vuol dire che un cambio di genere alla presidenza della Repubblica è più che mai necessario.

Eleggere una donna al Quirinale non richiede una modifica costituzionale, ma un cambio di mentalità. Se non ora, quando?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *